Termini e condizioni generali di PlanRadar GmbH

 
Questa traduzione è stata preparata per motivi di praticità. Solo la versione inglese è legalmente vincolante.

1. Introduzione

PlanRadar GmbH, FN 400573d, HG Vienna, Kärntner Ring 5-7, Top 201, 1010 Vienna (di seguito denominato “PlanRadar”) sviluppa, vende e gestisce software per la documentazione dei progetti di costruzione e per la gestione dei difetti.

I presenti Termini e Condizioni generali regolano i diritti e gli obblighi tra PlanRadar e i clienti di PlanRadar. I clienti di PlanRadar sono titolari di aziende/imprenditori, come descritto nella Sezione 1 (2) KSchG (legge sulla tutela dei consumatori austriaca).

2. Ambito di applicazione

2.1 I presenti Termini e condizioni generali regolano il rapporto commerciale tra PlanRadar e i clienti di PlanRadar, a pagamento o meno (ad es. durante il periodo di prova). PlanRadar fornisce un servizio esclusivamente sulla base dei presenti Termini e condizioni generali. Qualsiasi utilizzo dei servizi PlanRadar da parte del cliente avrà come effetto che i presenti Termini e condizioni generali costituiranno la base di tale rapporto commerciale.

2.2 In aggiunta ai presenti Termini e condizioni generali, si applicano i prezzi di PlanRadar attualmente in vigore (si veda www.planradar.com), nonché eventuali altre condizioni contrattuali nella misura in cui queste siano state concordate individualmente per iscritto.

2.3 Nel caso in cui il cliente avesse i propri termini e condizioni, con l’utilizzo di qualsiasi servizio di PlanRadar, accetta e conferma che verranno applicati solo i Termini e condizioni generali di PlanRadar al rapporto commerciale tra PlanRadar e il cliente, con l’esclusione dei termini e condizioni del cliente. Eventuali termini e condizioni del cliente si applicano solo se PlanRadar lo conferma espressamente per iscritto.

2.4 Gli accordi individuali devono essere stipulati per iscritto (e devono essere firmati dalle parti). Eventuali dichiarazioni informali effettuate da PlanRadar (incluse quelle avvenute tramite e-mail) non sono vincolanti.

2.5 PlanRadar è autorizzato a modificare unilateralmente in qualsiasi momento questi Termini e condizioni generali. Al cliente verranno comunicate tali modifiche a mezzo email almeno due mesi prima della loro entrata in vigore. Il cliente avrà il diritto di opporsi a tali modifiche per iscritto entro quattro settimane dalla ricezione della comunicazione. La modifica verrà considerata accettata e vincolante, se il cliente ha acconsentito alla modifica o se l’utente non si è opposto a tale modifica entro le quattro settimane dalla ricezione della comunicazione. PlanRadar indicherà separatamente le conseguenze legali e la possibilità di opporsi nell’email di notifica. In caso di opposizione, PlanRadar è autorizzato a risolvere i contratti conclusi con il cliente ai sensi dei Termini e condizioni generali precedenti per giusta causa, con il periodo di preavviso di un mese. Se PlanRadar non risolve uno o più contratti in caso di opposizioni, a essi verranno applicati i vecchi Termini e condizioni generali.

3. Servizi di PlanRadar

3.1 PlanRadar fornisce al cliente un sistema (potenzialmente) costituito da diversi moduli per la documentazione di costruzione e la gestione dei difetti come software-as-a-service (“SaaS”) nella rispettiva versione corrente per l’utilizzo via Internet, un’app come software client nonché la possibilità di memorizzare i dati (di seguito denominato “Software”).

3.2 Servizi aggiuntivi, come l’adattamento del Software alle esigenze individuali del cliente, richiedono un accordo distinto.

3.3 PlanRadar si riserva il diritto di sviluppare e modificare ulteriormente il Software e tutte le specifiche del Software in qualsiasi momento (ad es. utilizzando tecnologie, sistemi, processi o standard nuovi o differenti). Il cliente beneficia di tali sviluppi del Software e di conseguenza riconosce, in cambio, che ci possono essere momenti in cui la manutenzione temporanea ha luogo in concomitanza con eventuali aggiornamenti e upgrade. PlanRadar informerà il cliente con sufficiente anticipo se ci saranno cambiamenti significativi nelle prestazioni del servizio. Se il cliente sperimenta svantaggi inaccettabili a seguito delle modifiche al servizio, avrà il diritto di rescindere il contratto in via straordinaria entro 14 giorni dal ricevimento della notifica delle modifiche del servizio, con effetto dalla data in cui le modifiche diventeranno effettive.

3.4 Il cliente ha la possibilità di utilizzare il Software gratuitamente per un periodo di 30 giorni dalla registrazione (periodo di prova). Prima del termine del periodo di prova, PlanRadar contatterà il cliente e lo informerà della possibilità di stipulare un contratto a pagamento per continuare a utilizzare il Software. Se il cliente non accetta l’opzione, l’account del cliente verrà bloccato ed eliminato non prima dei 30 giorni successivi.

3.5 PlanRadar è responsabile solo dei servizi forniti da PlanRadar stesso. Il cliente non può avanzare reclami contro PlanRadar per malfunzionamenti del Software causati dal cliente o da un intervento di terze parti.

3.6 Il luogo di fornitura del servizio di PlanRadar è l’uscita del router per Internet situato nel centro dati utilizzato da PlanRadar. I dispositivi e la connessione Internet del cliente non costituiscono parte del servizio di PlanRadar.

4. Obblighi del cliente

4.1 Il cliente si impegna a utilizzare il Software rispettando i presenti Termini e condizioni generali ed eventuali accordi individuali. Il cliente deve garantire anche che tutti i suoi utenti (dipendenti o terze parti riconducibili al cliente) si attengano alle condizioni. Il cliente è responsabile nei confronti di PlanRadar per tutti i danni derivanti dalla violazione degli obblighi del cliente o del suo utente, in particolare nel caso di un eventuale utilizzo illegale del Software.

4.2 Il cliente deve utilizzare il Software solo per lo scopo previsto e non deve utilizzarlo in modo improprio, nello specifico per archiviare o distribuire contenuti illegali. Il cliente si impegna altresì a non utilizzare apparecchiature tecniche, sistemi software o altri dati che potrebbero compromettere il Software o i sistemi di PlanRadar.

4.3 Al cliente non è consentito apportare modifiche al Software o far eseguire tali modifiche a terze parti.

4.4 Il cliente deve manutenere l’infrastruttura IT che è richiesta per utilizzare il Software a proprie spese e a proprio rischio.

4.5 Il cliente è tenuto ad adottare misure tecniche appropriate per proteggere il proprio sistema e a eseguire regolarmente il backup dei dati.

4.6 Il cliente deve proteggere i propri dati di accesso al Software e non renderli accessibili a terze parti.

4.7 PlanRadar si riserva il diritto di bloccare l’accesso del cliente al Software in caso di violazione di questi Termini e condizioni generali o di eventuali accordi individuali, in particolare se il cliente è inadempiente nei pagamenti. Ciò non pregiudica il dovere del cliente di continuare a pagare il costo del servizio. Inoltre, il cliente deve rimborsare PlanRadar per le eventuali spese sostenute collegate al blocco dell’accesso.

4.8 Il cliente accetta che PlanRadar possa nominarlo come cliente di riferimento nell’ambito di apparizioni pubbliche. PlanRadar concorderà con il cliente l’utilizzo di loghi, dati del cliente ecc. prima della pubblicazione.

5. Diritti di utilizzo

5.1 Tutti i diritti sul Software sono di proprietà di PlanRadar. Al cliente viene concesso solo il diritto non esclusivo, non trasferibile e non cedibile a terzi di utilizzare il software nella misura concordata durante il periodo contrattuale. Nello specifico, il cliente può duplicare il Software solo nei limiti necessari per l’uso previsto del Software (ad es. caricandolo nella memoria principale dei vari terminali). Al cliente non è consentito riprodurre, vendere, affittare o dare in prestito il Software o parti di esso o di trasferirlo a terzi o di cedere loro sub-licenze. Al cliente è concesso di assegnare temporaneamente un accesso al subappaltatore in conformità con la descrizione del prodotto del Software.

5.2 Salvo accordi diversi, al cliente non vengono concessi ulteriori diritti sul Software. Nello specifico, il cliente non acquisirà alcun diritto sul Software, e in particolare nessun copyright, marchio, brevetto o altri diritti di proprietà intellettuale.

5.3 Per prodotti software di terze parti forniti al cliente da PlanRadar, prevalgono sulle disposizioni della presente sezione 5 i rispettivi termini di licenza del produttore di tali prodotti software. Per quanto riguarda i termini di licenza dei prodotti software di terze parti utilizzati nell’ambito del software, si rimanda espressamente al punto 13.

5.4 Il Cliente non è autorizzato a decodificare, decompilare o disassemblare il Software, a meno che (e solo nella misura in cui) la normativa vigente lo permetta espressamente, indipendentemente dalla presente limitazione.

5.5 I punti 5.1 e 5.2 si applicano mutatis mutandis a tutti i documenti forniti al cliente da PlanRadar, in particolare alla documentazione del Software.

6. Garanzia, responsabilità e malfunzionamenti

6.1 PlanRadar fornisce il Software al cliente secondo i principi del “best effort”. PlanRadar compierà quindi ogni sforzo economicamente ragionevole per garantire che l’uso del Software sia il più costante possibile e correggerà gli errori del software che ne limitano l’utilizzo.

6.2 PlanRadar non fornisce alcuna garanzia né si assume alcuna responsabilità rispetto alla costante disponibilità del Software o che il Software possa essere privo di errori. Il cliente riconosce espressamente che, in base allo stato attuale della tecnologia, non è possibile escludere completamente che il Software presenti degli errori. Errori di connessione o interventi di manutenzione da parte di PlanRadar possono causare malfunzionamenti temporanei. Nella misura in cui per casi individuali la responsabilità non può essere efficacemente esclusa, il perfezionamento del software ha la priorità su una riduzione del prezzo o sulla risoluzione del contratto.

6.3 PlanRadar non è responsabile per eventuali danni diretti o indiretti al cliente o a terze parti causate dal malfunzionamento o per danni ai dispositivi del cliente. È escluso il risarcimento per danni indiretti come perdita di guadagno o di profitti, così come la responsabilità per danni al cliente dovuti a ritardi nei progetti. Analogamente, PlanRadar non si assume la responsabilità per eventuali perdite di guadagno o per danni derivanti da reclami di terze parti.

6.4 PlanRadar si assume la responsabilità solo in caso di dolo e grave negligenza. Inoltre, la responsabilità di PlanRadar per ciascun evento che causa danni, anche se ci sono più parti lese, è limitata a un totale di 10.000 euro. Se il danno totale ammonta a una cifra maggiore, le richieste di risarcimento danni delle parti lese saranno proporzionalmente ridotte.

6.5 PlanRadar non può escludere l’eventualità di perdita di dati o altri danni, in particolare dovute a problemi di connessione internet del cliente durante i processi di sincronizzazione. PlanRadar non si assume la responsabilità per questa eventualità.

6.6 PlanRadar non è responsabile per danni e difetti dovuti a un utilizzo improprio, alla modifica di componenti del sistema operativo, di interfacce e parametri, alla modifica di impostazioni necessarie del sistema, all’utilizzo di mezzi organizzativi inadeguati o a semplici errori dell’applicazione. Analogamente, PlanRadar non è responsabile per interruzioni delle reti pubbliche di comunicazione o requisiti di sistema inadeguati per il cliente (gli attuali requisiti di sistema per l’utilizzo del software sono disponibili all’indirizzo www.planradar.com).

6.7 Il cliente dovrà immediatamente comunicare a PlanRadar eventuali malfunzionamenti e, se possibile, descrivere in maniera comprensibile l’errore, per far sì che possa essere apportata una correzione tempestivamente. Il cliente aiuterà PlanRadar gratuitamente per porre rimedio a eventuali malfunzionamenti. Qualsiasi rettifica dei malfunzionamenti da parte di PlanRadar richiede in ogni caso che il cliente abbia adempiuto completamente agli obblighi di pagamento.

6.8 Situazioni ad alto rischio: Il software può contenere componenti che rispondono negativamente agli errori o in cui gli errori contenuti vengono rilevati solo più tardi e corretti nel corso delle normali patch. Il software non è stato progettato per essere utilizzato in ambienti pericolosi che richiedono prestazioni fail-safe (fault-tolerant) o in eventuali altre applicazioni nelle quali un guasto del Software potrebbe causare morte, lesioni personali, gravi danni alla proprietà o danni ambientali.

6.9 Qualora gli obblighi relativi al Software vengano colpiti da cause di forza maggiore, tra cui guerre, terrorismo, disastri naturali, incendi, scioperi, chiusure, embargo, interventi governativi, epidemie o pandemie, blackout, modifiche alle reti di telecomunicazione o linee dati, o cambiamenti legislativi effettivi dopo la conclusione del contratto oppure altre indisponibilità del Software che non possono essere rettificati tempestivamente, ciò non rappresenta un’inadempienza contrattuale e non dà diritto al cliente ad alcun reclamo nei confronti di PlanRadar.

7. Protezione dei dati

7.1 In quanto utente del software, il cliente è la persona responsabile della protezione dei dati; PlanRadar è semplicemente un processore. A tale scopo, verrà stipulato un contratto distinto per il trattamento dei dati; in assenza di un contratto concordato individualmente, si applicherà il contratto standard di PlanRadar per il trattamento dei dati.

7.2 In quanto responsabile, il cliente deve garantire la conformità al Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) e alla Legge di attuazione austriaca (DSG). Poiché il cliente processa i dati personali quando utilizza il software (ad es. inserisce, processa, archivia o trasmette i dati personali a PlanRadar), garantisce di essere autorizzato a farlo in conformità alle norme vigenti sulla protezione dei dati.

8. Riservatezza

8.1 Il cliente e PlanRadar si impegnano reciprocamente a trattare tutti i segreti aziendali e commerciali della rispettiva altra parte ottenuti in relazione al presente contratto e alla sua esecuzione come confidenziali e a non renderli accessibili a terzi, a meno che non siano generalmente noti o siano già noti al ricevente senza vincoli di segretezza, o vengano comunicati o forniti al ricevente da una terza parte senza vincoli di segretezza, o siano stati sviluppati in maniera indipendente dal ricevente, o debbano essere divulgati a causa di una decisione ufficiale o giudiziaria legalmente vincolante. Questo obbligo si applica per un periodo di tempo illimitato dopo la fine del rapporto contrattuale.

8.2 I subappaltatori assunti da PlanRadar per l’adempimento del contratto non vengono considerati terze parti se sono soggetti all’obbligo di riservatezza corrispondente al presente punto.

9. Durata e risoluzione

9.1 La durata del contratto viene specificata nell’accordo individuale con il cliente; in mancanza di tale stipula, i contratti vengono considerati sottoscritti per un tempo indeterminato.

9.2 Sia PlanRadar che il cliente possono terminare i contratti a tempo indeterminato alla fine del rispettivo periodo contabile (12 mesi, se non espressamente concordato diversamente) con un preavviso di un mese. Inoltre, l’eliminazione dell’account da parte del cliente può essere considerata come risoluzione del contratto alla fine del rispettivo periodo contabile. L’eliminazione deve avvenire almeno un mese prima del termine del rispettivo periodo contabile.

9.3 I contratti a termine possono essere risolti da entrambe le parti contraenti con un preavviso di un mese prima della fine del rispettivo periodo contrattuale. Se la risoluzione non avviene, vengono automaticamente prorogati di un ulteriore anno. Anche l’eliminazione di un account da parte del cliente viene considerata come risoluzione del contratto alla fine del rispettivo periodo contrattuale, e l’eliminazione deve avvenire almeno un mese prima della fine del rispettivo periodo contrattuale.

9.4 La risoluzione deve avvenire in forma scritta o tramite la piattaforma PlanRadar, effettuata da un amministratore nominato e autorizzato dal cliente.

9.5 Una risoluzione straordinaria da parte di PlanRadar con effetto immediato è possibile, in particolare nelle seguenti condizioni:

9.5.1 Se il cliente fornisce informazioni incomplete o errate oppure non fornisce le prove richieste.

9.5.2 Se il cliente è in ritardo con il pagamento per 30 giorni; la concessione di un periodo di grazia non è obbligatoria.

9.5.3 Se vi è il ragionevole sospetto che il Software venga utilizzato in maniera impropria.

9.6 Il cliente è responsabile dell’esecuzione del backup dei propri dati in tempo utile prima della risoluzione del contratto. 30 giorni dopo la scadenza del contratto, il cliente non potrà più accedervi.

10. Prescrizioni relative alle informazioni

10.1 Il cliente deve immediatamente informare PlanRadar di eventuali modifiche del proprio indirizzo. In caso contrario, le dichiarazioni di PlanRadar si considerano consegnate se la comunicazione è stata inviata all’ultimo indirizzo valido fornito dal cliente per la ricezione delle comunicazioni.

10.2 Il cliente accetta che PlanRadar può inviare tramite email o altri mezzi elettronici dichiarazioni giuridicamente significative (tra cui anche le fatture, che possono essere firmate elettronicamente per rispettare le disposizioni della legge sull’imposta sulle vendite, Umsatzsteuergesetz). Le dichiarazioni si considerano ricevute non appena il cliente può accedervi o prenderne atto in circostanze normali.

11. Termini di pagamento o altri termini finanziari

11.1 Tutti gli importi (salvo diverse indicazioni) escludono l’imposta sulle vendite attualmente applicabile e altri addebiti. Non vengono forniti o concessi degli sconti.

11.2 I costi di utilizzo vengono solitamente addebitati in anticipo per il periodo contabile in questione.

11.3 In caso di ordini effettuati tramite il sito web di PlanRadar, le richieste di pagamento sono dovute in base alle condizioni del fornitore di servizi di pagamento Fastspring (http://www.fastspring.com/), salvo diverse indicazioni.

11.4 Il cliente dovrà sostenere tutte le spese bancarie e le altre spese associate al pagamento.

11.5 In caso di ritardi nei pagamenti, al cliente verranno addebitati interessi di mora al 10% annuo dell’importo in sospeso, oltre a ragionevoli spese di sollecito. Il cliente deve sostenere tutti i costi necessari e pertinenti per l’intervento di avvocati e agenzie di recupero crediti.

11.6 I pagamenti del cliente vengono inizialmente compensati con eventuali costi o interessi di mora. Successivamente, vengono compensati con il debito più vecchio.

11.7 PlanRadar è autorizzato ad aumentare unilateralmente il costo del Software e comunicherà l’incremento al cliente tempestivamente, con almeno un mese di anticipo. Per i contratti a tempo indeterminato, il cambiamento del prezzo diverrà effettivo all’inizio del periodo contabile successivo, nel caso di un contratto a tempo determinato all’inizio dell’anno contrattuale successivo.

11.8 Le fatture si considerano accettate se non vengono sollevate obiezioni per iscritto entro 3 mesi dalla data di emissione della fattura.

11.9 Il cliente non può compensare i propri reclami con quelli di PlanRadar. È inoltre escluso il diritto di ritenzione del cliente.

12. Altre disposizioni

12.1 Qualora una o più disposizioni dei presenti Termini e condizioni generali risultassero o diventassero inefficaci o inapplicabili in tutto o in parte, la validità delle restanti disposizioni non sarà pregiudicata. La disposizione inefficace o inapplicabile deve essere sostituita da una disposizione corrispondente valida il più vicina possibile allo scopo economico della clausola inefficace o inapplicabile.

12.2 È escluso il diritto di richiedere una riduzione superiore alla metà (laesio enormis).

12.3 Qualsiasi trasferimento da parte del cliente dei diritti o degli obblighi in base al contratto richiede il previo consenso scritto di PlanRadar. Tuttavia, PlanRadar ha il diritto di trasferire il contratto a una terza parte in tutto o in parte senza il consenso del cliente.

12.4 PlanRadar ha il diritto di utilizzare terze parti in tutto o in parte per adempiere ai propri obblighi.

12.5 Viene applicata esclusivamente la legislazione austriaca, anche se il software viene utilizzato al di fuori dell’Austria o vi è qualsiasi altra connessione internazionale. Le norme di riferimento previste dalla legge austriaca e dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di vendita internazionale di merci non vengono applicate.

12.6 Qualsiasi controversia sarà soggetta alla giurisdizione esclusiva del tribunale competente di Vienna Inner City. Il luogo di esecuzione è Vienna Inner City.

13. Contratti di licenza di terze parti

> Scarica “Contratti di licenza di terze parti”